Segui @adamato52 su Twitter.

Commenti recenti
    Archivi
    pensieri
    2697838-marino_renzi

    QUALCHE AMARA RIFLESSIONE SU ROMA

    Ho l'impressione che Renzi si trovi a dover passare in mezzo a un groviglio da cui è veramente difficile uscirne. Sembravano insormontabili le varie riforme approvate, sembrava impossibile uscire bene dalle elezioni del Quirinale e qualcuno ha detto che risolto quello la strada sarebbe stata in discesa. E invece ...
    Leggi Tutto

    RENZI HA CAMBIATO IDEA ? IO NON CREDO

    Prendo spunto dal post del mio amico Massimo (QUI) ma anche da tutti gli articoli e titoli usciti ieri sulla questione forma partito. Tutti nati dopo l'intervista di Matteo Renzi a L'Espresso (QUI) Due premesse, ne ho parlato tanti mesi fa (Leggi Tutto

    Chioggia: il porto di Chioggia oggi 11-2010Il caso Mose riaccende gli animi, i puri si indignano, gli sciacalli sguazzano. Io, sarò sincero, a me vedere l’indignazione dei cittadini indigna ancora di più dei fatti scandalosi a cui assistiamo.

    Vedete, io l’anno scorso ho chiuso l’Associazione creata qualche anno fa e chiuso il relativo Blog. L’Associazione si chiamava “Italia Legale”, il suo scopo era di mettere in luce quanto fosse diffusa l’illegalità, la corruzione, l’insofferenza per le regole, in tutto il nostro paese, a tutti i livelli e non solo in politica, che è l’ultimo stadio.

    Portavamo centinaia di esempi, centinaia di casi, per cercare di indirizzare la riflessione sul fatto che questo paese ha un problema culturale sulla legalità, e se non riusciamo a curare questa malattia, non ne veniamo fuori.

    Tutto inutile, farsi un esame di coscienza e cominciare a cambiare sé stessi, è pesante. Meglio dare la colpa ai politici, ovvero non cambiare nulla.

    Ecco quindi che vedere che adesso ci si meraviglia perché in affari dove girano miliardi qualcuno e dico qualcuno, forse ci ha mangiato sopra, a me deprime.

     

    Questo in generale, invece sul caso Mose, due domande mi sorgono quasi spontanee:

    1. Il Presidente ha detto, “le regole ci sono”, tutti si sono scagliati contro. Nei dibattiti che infuriano nelle tv e sui giornali, la frase più in voga è che negli altri paesi per questi reati vanno in galera, in Italia non ci va nessuno, quindi Renzi ha torto. La domanda, io gli articoli di legge me li son guardati, le pene ci sono e nemmeno tanto lievi. Allora siamo sicuri che sia colpa delle leggi e della Politica se in Italia nessuno va in galera? (poi questo nessuno andrebbe anche verificato)
    2. Da un’occhiata veloce ai giornali, si vede che l’inchiesta parte dalle intercettazioni del 2010 che gli inquirenti assicurano essere già decisive. La mia domanda, e premetto, domanda da uomo della strada e non da esperto, è questa: ma non si poteva, in questo come in tutti gli altri casi, arrestarli subito questi delinquenti? 4 anni?? 4 anni!! Sono due le cose che non capisco, primo, la lentezza delle indagini. Un giornale, senza gli strumenti che hanno in mano le istituzioni, sguinzaglia due ragazzini e in un mese trova le prove. Perché la Giustizia è sempre così lenta? Secondo, perché questa mania della completezza della maxi-indagine? Sempre da ignorante dico, se arrestate subito qualcuno, la cosa si ferma, forse non prenderete tutti i colpevoli, ma la macchina si blocca. A noi cittadini interessa di più che tutti i colpevoli, forse, abbiano una pena o che si blocchi quella macchina criminale che ritarda lavori e ci costa miliardi?