Segui @adamato52 su Twitter.

Commenti recenti
    Archivi
    pensieri
    2697838-marino_renzi

    QUALCHE AMARA RIFLESSIONE SU ROMA

    Ho l'impressione che Renzi si trovi a dover passare in mezzo a un groviglio da cui è veramente difficile uscirne. Sembravano insormontabili le varie riforme approvate, sembrava impossibile uscire bene dalle elezioni del Quirinale e qualcuno ha detto che risolto quello la strada sarebbe stata in discesa. E invece ...
    Leggi Tutto

    RENZI HA CAMBIATO IDEA ? IO NON CREDO

    Prendo spunto dal post del mio amico Massimo (QUI) ma anche da tutti gli articoli e titoli usciti ieri sulla questione forma partito. Tutti nati dopo l'intervista di Matteo Renzi a L'Espresso (QUI) Due premesse, ne ho parlato tanti mesi fa (Leggi Tutto

    casa-del-jazzVorrei fare due domande, una alla giunta Marino, una al PdRoma (da iscritto):

    ALLA  GIUNTA MARINO:

    Una città che ha costruito la sua storia nell’ambito della musica contemporanea più alta, con 30 anni di duro lavoro da parte di artisti, operatori, organizzatori, che hanno dato un titolo di capitale per la presenza di grandi artisti in una quantità e qualità che nessun’altra città può vedere, come può cancellare il Jazz.  Quello che resta dell’Estate Romana non vedrà alcuna manifestazione nell’ambito del jazz. E per chiudere il cerchio, La Casa del Jazz, luogo in cui in estate comunque di solito si tiene un festival estivo, quest’anno viene occupato dalla Festa dell’Unità.

    AL PD ROMA:

    Possibile che con tutti i luoghi possibili a Roma dove poter fare una Festa dell’Unità si debba andare ad occupare la Casa del Jazz e quindi eliminare l’unica possibilità di ascoltare jazz a Roma questa estate?

     

    Seguono alcuni commenti, ma solo alcuni dei tanti musicisti Romani:

    Ada Montellanico :

    Dal 15 giugno al 26 luglio alla Casa del jazz di Roma non ci sarà un Festival di jazz ma la Festa dell’Unità, ne vogliamo parlare??? Noi ci stiamo muovendo nei confronti del Comune di Roma e a giorni avremo un incontro. É necessaria e fondamentale la partecipazione di tutti!!! Non possiamo pensare che il nostro luogo venga usato per accogliere manifestazioni che poco hanno a che fare con la musica.

    Riccardo Fassi :

    Rumors Occupy Casa del Jazz

    Questa estate la Casa Del Jazz sarà chiusa! Si farà solo un Festival dell’Unità!!! Niente concerti jazz! Di fronte all’inettitudine ed al disinteresse delle istituzioni, che hanno comunque sprecato denaro , la comunità dei musicisti deve pensare ad un’azione forte, ad una reazione ! Non è possibile che il luogo simbolo della cultura jazz in Italia, sia abbandonato come una stazione periferica , nell’indifferenza generale. La nuova Associazione jazz deve far sentire forte la sua voce! Ci sono tanti esempi di reazione da parte di chi , lavorando con l’arte tutti i giorni ,non si rassegna al disinteresse istituzionale , e occupando e gestendo autonamamente lo spazio, ne restituisce le potenzialità e e le possibilità creative alla comunità!

    Analogici Piccoli Amici : La Casa del Jazz fu affidata al Comune di Roma grazie alla legge Pio La Torre vittima della mafia ed è pertanto un simbolo essa stessa della lotta contro le mafie. E’ impensabile che un luogo del genere, data l’importanza delle attività storicamente svolte al suo interno, non venga utilizzata per un Festival di Musica Jazz nemmeno con un budget molto ridotto ! Vorrei inoltre sottolineare che l’anno scorso la “Festa Democratica dell’Unità” (perché questo è il vero nome) si è svolta al Parco Schuster di San Paolo, dove per i 2 mesi estivi uno dei Parchi Pubblici più belli di Roma è stato SEQUESTRATO e tolto ai cittadini nel momento di maggiore bisogno per svolgere un’attività lucrativa organizzata dal Partito Democratico. Il parco fu recintato interamente: manto erboso rovinato, marmo distrutto dai muletti cingolati, tracce dei collegamenti elettrici insepolte e accesso del tutto interdetto in orario serale e notturno !! Il tutto non è mai stato risistemato nonostante le promesse. NON è la Festa dell’Unità… bensì una fiera da baracconi di autofinanziamento che organizza il primo partito politico italiano parassitando spazi pubblici e facendosi pagare gli spazi espositivi fior di quattrini!! Vergognosa..