NEWS & NEWSLETTER

 

NEWS


Notice: Trying to get property of non-object in /web/htdocs/www.adamato.eu/home/adamcom/modules/mod_easyimagerotator/helper.php on line 88

logotestata

PARLIAMONE

COME SI PRESENTANO IN RETE I PRIMI DIECI RISTORANTI ITALIANI

ESEMPIO SITO RISTORAZIONECi siamo presi la briga di valutare tecnicamente  i siti web dei primi dieci Ristoranti Italiani.

Il risultato della nostra indagine è abbastanza deludente, stiamo parlando dei dieci ristoranti che le varie guide hanno eletto ai primi posti, non stiamo parlando della trattoria del vicolo. Per questo ci saremmo aspettati, siti strabilianti, efficienti, irreprensibili, da tutti e 10 nessuno escluso. Ma così non è, e questo ci fa chiedere se scendiamo di livello quanti ristoranti hanno un sito idoneo e soprattutto se tutti i i ristoratori hanno ben compreso l'importanza di essere in rete, di presentarsi decorosamente, di saper attrarre il potenziale cliente attraverso proposte, foto, atmosfere accattivanti. Il problema è decuplicato quando parliamo di ristoranti in località turistiche, dove il cliente è in molti casi straniero, non parla Italiano, vede il sito solo da strumenti portatili, ovvero, nella maggior parte dei casi non lo vede.

Vediamo questi 10 Ristoranti, promosso a pieni voti (o quasi) solo Villa Crespi che poi è il decimo.

Avremmo messo qualche foto in più.  Sito molto bello anche quello di Alajmo, foto di rilievo, forse eccessivamente elaborate. Per il resto siamo fra il discreto e l'inesistente. Il primo classificato ha un sito che non funziona, il terzo non ha nemmeno un sito suo, il ristorante è un reparto del sito dell'albergo, peraltro vetusto e scadente. Un bel sito anche quello dei Reale, fatto bene, si son solo dimenticati di scrivere dove sta il ristorante.

Una piccola nota sulle fotografie. Abbiamo notato una certa propensione a pubblicare delle foto, ritoccate, scontornate. A nostro avviso è deleterio per un ristorante, il ritocco toglie qualsiasi naturalezza al piatto (che non si vede) togliendo anche quella percezione di gusto, di solleticazione della fantasia che ti fa venire voglia di mangiare quello che stai vedendo. Chiaro che ristoranti stellati che hanno liste di attesa di settimane non si pongono il problema, ma il ristorante della strada questo problema deve porselo.

Altra anomalia riscontrata, i menu. Troviamo più che giusto pubblicare i menu, anche senza prezzi.  Assurdo fotocopiare i menu e mettere i pdf da scaricare. Questi sono siti, sono fatti apposta per illustrare e farlo velocemente, non per far scaricare fotocopie.

Ultima nota dolente, dicevamo sopra dell'importanza che un sito sia “mobile friendly”, ovvero che possa essere consultato da qualsiasi dispositivo, anche un iphone.  Abbiamo richiesto la certificazione Google di tutti e 10 siti. Ebbene di questi dieci sono risultati certificati solo quello dell'Enoteca Pinchiorri e quello di Villa Crespi. Possiamo immaginare se andiamo in città come Roma, Firenze, Venezia, dove i clienti stranieri a volte sono la maggioranza, quanti siti sono perfettamente inutili.

E come abbiamo avuto modo di dire tutto questo per non investire l'incasso di un tavolo? Perché di questo si tratta.

Consultate il nostro sito per averne la prova.